Cosa sono le piastre eutettiche?

Home FAQ Cosa sono le piastre eutettiche?

Si definiscono piastre eutettiche i dispositivi in grado di accumulare freddo a temperature anche molto inferiori a 0 °C, grazie ad una soluzione eutettica, generalmente formata da acqua e da un soluto.

Le piastre eutettiche vengono utilizzate principalmente nella refrigerazione dei furgoni per il trasporto dei surgelati e dei gelati ed in tutte quelle situazioni in cui si vuole ottenere una bassa temperatura in piccoli ambienti non dotati di un impianto frigorifero funzionante autonomamente.

Una piastra eutettica è costituita da un serbatoio di forma parallelepipeda entro il quale è posta una serpentina in rame che funge da evaporatore. Il serbatoio è formato da due gusci, generalmente costituiti in lamiera d’acciaio, saldati tra loro. La serpentina è provvista di due attacchi che la mettono in comunicazione con un circuito frigorifero esterno. Lo spazio libero tra il serbatoio e la serpentina è riempito dalla soluzione eutettica.

Generalmente di notte la piastra eutettica viene collegata al circuito frigorifero in modo che entro la serpentina transiti del refrigerante. In questo modo la soluzione si solidifica, cedendo così calore latente. Per la carica delle piastre sono sufficienti dalle 6 alle 8 ore.

Durante il giorno la piastra eutettica sottrae calore all’ambiente da raffreddare (cella frigorifera), il calore latente di fusione necessario per far sciogliere il composto eutettico. Le piastre eutettiche assicurano un’autonomia di circa 10 ore con una media di 50 aperture giornaliere. La temperatura all’interno della cella parte da -33°C per arrivare a fine giornata a circa -20°C.

I veicoli con carrozzeria isotermica a piastre eutettiche sono indicati per la distribuzione di gelati e ghiaccioli, verdure surgelate, carni surgelate, pasticceria surgelata, brioches surgelate, piatti pronti surgelati.

« FAQ