Rivestimenti HACCP

La normativa HACCP contiene tutte le prescrizioni di carattere igienico-sanitario a cui devono attenersi tutti i trasportatori di derrate alimentari. La sigla HACCP significa “Hazard analysis and critical control points”.

La salubrità dei cibi destinati all’alimentazione umana è un tema sempre molto delicato e caro ai consumatori e ai produttori. Le notizie di cronaca riportano sempre più frequentemente le notizie di controlli effettuati dall’autorità sanitaria competente e della rinvenimento di condizioni non conformi alla norma.

In Europa, si è avvertita la necessità di una legge comune per disciplinare le condizioni di trasporto delle derrate alimentari già nel 1993. Questo primo tentativo di legislazione è stato rivisto, riscritto e rielaborato numerose volte sino a quando si è giunti all’attuale ordine.

La normativa HACCP attualmente in vigore, il D.Lgs. 193/07 deriva da una lunga riflessione in materia e dal tentativo di garantire agli utenti un servizio accorto e affidabile. Le norme in merito alla corretta considerazione degli alimenti sono oggetto di continui dibattiti al fine di conciliare le necessità dettate dalla scienza e dalle ricerche della biologia e i provvedimenti presi da ciascuno stato dell’unione.

Il regolamento HACCP riguarda il trasporto di una moltitudine di prodotti che comprende le forniture di mense e ristoranti, pane e prodotti da forno, piante e fiori, animali, frutta e verdura e materiali delicati come rifiuti ospedalieri e merci pericolose.

In particolare, in materia di trasporto a temperatura controllata, le prescrizioni del manuale HACCP descrivono nel dettaglio come deve essere equipaggiato il mezzo per permettere un trasporto corretto degli alimenti, tuttavia la normativa Atp e quella HACCP non hanno punti di contatto pertanto questi rivestimenti non sono adatti al trasporto di merci deteriorabili.

La normativa HACCP impone che i mezzi siano dotati di un rivestimento interno in vetroresina che aderisce perfettamente alla materia, non presenta nessuna rottura o cavità. La vetroresina è un materiale lavabile e impermeabile. Naturalmente la collocazione all’interno del vano per i trasporti di un ulteriore rivestimento ne diminuisce la capacità di carico. Questo rivestimento, inoltre, impedisce la formazione della ruggine che danneggia i prodotti trasportati e, a lungo andare, consuma anche il veicolo. A seconda della destinazione del mezzo, la cella può essere dotata di scaffalature per il posizionamento della merce, di ganci per assicurare prodotti più voluminosi, di plafoniere per l’illuminazione e prese d’aria per l’aerazione.

Ti potrebbe interessare

Se stai cercando un furgone coibentato visita la sezione del nostro sito dedicata ai furgoni frigoriferi usati: potrai trovare una vasta selezione di veicoli commerciali selezionati e garantiti disponibili in pronta consegna. Se invece desideri applicare un rivestimento interno al tuo furgone, richiedi un preventivo per un allestimento isotermico.

Leggi i nostri approfondimenti su:

« Normativa Atp

 

+39 335 8155984

info@furgonefrigo.it